skip to Main Content
+39 06 360959 1 sdsministeripersonali@avventisti.it

SdS CQ (College Quarterly) Primo Trimestre 2019 – 08

Lezione 8

16-22 febbraio 2019

Satana, un avversario sconfitto

«Ma essi lo hanno vinto per mezzo del sangue dell’Agnello e con la parola della loro testimonianza; e non hanno amato la loro vita, anzi l’hanno esposta alla morte».

(Apocalisse 12:11)

Sabato

INTRODUZIONE

Il nostro nemico

di Anne Akoth, Pipeline, Nairobi, Kenya

Genesi 3:15

Un sondaggio condotto dal Barna Group nel 2009 ha trovato che il 40% dei cristiani intervistati credono che Satana «non sia un essere vivente ma un simbolo del male».[1]

Non è forse triste che molti cristiani non credano all’esistenza di Satana? Quattro persone su dieci non è poco! La Bibbia avverte che Satana è reale. La Parola di Dio ci dà un’immagine del diavolo come quella di un essere straordinariamente potente che i cristiani devono prendere sul serio. È presente dalla Genesi fino all’Apocalisse.

In Genesi 3:15 leggiamo della maledizione posta sul nemico dopo l’inganno nel giardino dell’Eden. Nel Nuovo Testamento, Paolo avverte che la nostra lotta con Satana non è contro carne e sangue, ma «contro i principati, contro le potenze, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità, che sono nei luoghi celesti» (Efesini 6:12).

Molte volte, il mondo in cui viviamo è spaventoso, freddo, ostile e preoccupante. Questi sono alcuni dei segni che Satana esiste davvero; ha qualcosa a che fare con questi avvenimenti attorno a noi. Come cristiani che vivono in questo tempo, dovremmo conoscere il nemico per non cadere nelle sue trappole.

La Bibbia descrive dettagliatamente le promesse di Dio, i suoi piani e obiettivi per i suoi figli. Dall’altra parte, la Parola di Dio insegna anche le origini del nemico, Satana, cosa fa attualmente e come possiamo evitare i suoi tranelli. Secondo Ezechiele 28:15, Lucifero era stato creato perfetto, come ogni altro essere angelico. Il suo nome significava «stella mattutina» o «portatore di luce».

Dio diede a Lucifero il compito di servire l’umanità portando luce e verità al mondo. Tuttavia, Lucifero scelse di diventare Satana: il nemico di Dio. La Bibbia, attraverso il profeta Isaia, rivela che Lucifero si ribellò contro Dio. Sviluppò l’obiettivo di andare contro ai princìpi di Dio; portò confusione e distruzione all’umanità, e si ripromise di mandare a monte l’obiettivo di Dio.

Con l’avvicinarsi della fine, Satana sa fin troppo bene di trovarsi nell’ultimo giro della corsa per ingannare i figli di Dio. Quindi, usa ogni mezzo possibile per raggiungere i suoi obiettivi. Tuttavia, come figli di Dio, abbiamo la garanzia che Satana è un nemico sconfitto. Questa settimana, il nostro studio si concentrerà su come noi, attraverso l’amore e la protezione di Dio, possiamo evitare gli inganni del nemico nel periodo che precede il ritorno di Cristo.

[1] https://www.barna.com/research/most-american-christians-do-not-believe-that-satan-or-the-holy-spirit-exist/

Domenica

EVIDENZA

L’inizio dell’influenza di Satana

di Nobert Kurema, Thika, Kenya

Apocalisse 12:9

Nel 1995, un responsabile della mia chiesa ebbe l’opportunità di andare alla sessione della Conferenza generale a Utrecht, nei Paesi Bassi. Tornò raccontando di come, al loro arrivo all’aeroporto, incontrarono un uomo ubriaco che non riusciva a pronunciare il proprio nome.

Sapevo che il mio amico era abituato a vedere uomini e donne ubriachi anche nel nostro paese. Eppure, in qualche modo, non si aspettava di incontrarne uno così lontano da casa. Be’, l’ubriachezza è solo uno dei modi in cui Satana ha colpito il mondo.

Dobbiamo conoscere le caratteristiche di Satana e i metodi che usa per rendersi così convincente e ingannevole. In 2 Corinzi 11:13, Paolo avverte i cristiani di fare attenzione a «falsi apostoli, operai fraudolenti che si travestono da apostoli di Cristo». Questo insegnamento è coerente con il fatto che Lucifero si trasformò da angelo di luce a Satana, il nemico.

Nella nostra società oggi, le opere di Satana sono visibili ovunque. Le persone hanno opinioni divergenti sullo scopo della vita, la continua decadenza degli standard morali e spirituali, dei valori e degli stile di vita. Molte persone credono e si comportano in modo contrario a ciò che la Bibbia insegna.

In mezzo a tutto ciò, Dio, attraverso Cristo ci ha mostrato il modo per sconfiggere il nemico. Ciò che impariamo dalla Bibbia è diverso da ciò che vediamo accadere attorno a noi. Questo è perché Satana ha fabbricato menzogne per ogni generazione.

Fin da quando è stato scacciato dal cielo, Satana usa metodi diversi per raccontare le sue bugie. Ha invaso l’ambito scientifico, quello scolastico, l’industria del divertimento, persino il mondo religioso e altri settori, pur di attuare i suoi obiettivi. Ma Dio è consapevole del fatto che il nostro nemico è in agguato, quindi ci ha dato delle linee guida nella Parola divina.

«Siate sobri, vegliate; il vostro avversario, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare» (1 Pietro 5:8). Quelli che vivono in zone infestate da animali selvatici pericolosi conoscono le precauzioni da prendere per evitare un conflitto. Efesini 6:10–18 insegna dell’armatura di Dio, che dobbiamo indossare per proteggerci dal nemico.

Rispondi

  1. Quali precauzioni prenderesti se fossi cacciato da un animale selvatico pericoloso? Come applicheresti le tue precauzioni a ciò che dobbiamo fare per proteggerci da Satana?
  2. Come possiamo assicurarci che Satana non invada il nostro spazio spirituale o morale?
  3. La Bibbia ci avverte più volte e con serietà di fare attenzione alle insidie del leone ruggente, il diavolo, che si aggira; in realtà spesso le cose sembrano andare benissimo, sembra non esserci alcun pericolo nel contesto in cui viviamo o almeno noi viviamo come se questo pericolo non sia poi così reale e grave. Come conciliare queste due cose?

Lunedì

LOGOS

Un nemico sconfitto

di Seline Khavetsa; Pipeline, Nairobi, Kenya

2 Tessalonicesi 2:8–12; Apocalisse 12:1–5, 13, 14, 17

La donna e il dragone (Apocalisse 12:1–5)

Apocalisse 12:1–5 descrive l’intenzione del nemico. Satana intendeva distruggere Cristo qui sulla terra, ma quando fallì nel tentativo, diresse i suoi sforzi verso la chiesa.

La donna nella visione rappresenta l’intera famiglia di Dio. Si riferisce alla nazione e al popolo d’Israele descritto nell’Antico e nel Nuovo Testamento. Rappresenta anche i cristiani, successivamente chiamati i figli della donna.

Una lezione che possiamo imparare da questa visione è che Dio salvaguarda il suo popolo, anche quando Satana si muove pronto a divorare ogni figlio di Dio. È anche importante imparare che Satana non sta combattendo questa battaglia da solo. Rappresentato come il dragone in questa visione, Giovanni scrive che la coda del dragone «trascinava la terza parte delle stelle del cielo e le scagliò sulla terra».

Satana ha i suoi collaboratori qui sulla terra, con cui cerca di ingannare i figli di Dio e portarli a seguire la sua corrente. Ma attraverso il suo piano di redenzione, Dio guiderà i suoi figli alla terra promessa. Questo è possibile attraverso l’accettazione di Cristo come personale salvatore. Il nemico ha cercato di distruggere Cristo alla sua nascita, durante il suo ministero e al Calvario, ma i suoi sforzi sono stati vani ogni volta. Solo attraverso la fede in Cristo e l’ubbidienza agli statuti di Dio possiamo anche noi sconfiggere Satana.

La guerra sulla terra (Apocalisse 12:13, 14)

Questa parte della visione descrive la persecuzione del popolo di Dio sulla terra. Satana è furioso per la chiesa e i seguaci di Cristo. Sta facendo tutto ciò che è in suo potere per distruggerli. In più, il nemico è consapevole che se può distruggere la chiesa, può reprimere il programma di Dio e compiere i suoi obiettivi egoistici.

Tuttavia, mentre Satana cerca di distruggere il popolo di Dio, provocando loro dolore e sofferenza, la mano miracolosa di Dio sarà sulla chiesa per fornire salvezza e protezione. La Bibbia spiega che la donna ricevette le ali di un’aquila per volare nel deserto e fuggire dalla tribolazione lanciata da Satana.

Questa visione fornisce una lezione per tutti i cristiani oggi, che anche se affrontiamo sfide in varie circostanze inclusa la nostra salute, istruzione, ministero o nelle nostre famiglie, Dio è sempre lì con noi a ogni passo per assicurarsi che siamo al sicuro e protetti.

La metafora delle ali è usata precedentemente nella Bibbia, quando gli Israeliti fuggirono dal faraone (Esodo 19:4; Deuteronomio 32:11). In questa visione, comporta la protezione di Dio sulla sua chiesa e i suoi figli. Il paragone di un’aquila, che può volare sulle nuvole e un serpente che striscia in terra è un’indicazione della superiorità di Dio su Satana. Dio ha sempre fornito le ali di un’aquila ai suoi figli amati davanti alle avversità.

Prendere di mira il rimanente (Apocalisse 12:17)

La guerra con il rimanente è un’estensione dell’ira di Satana. Ha lanciato attacchi su Cristo in persona, che alla fine lo ha sconfitto sulla croce. Da Cristo, Satana ha diretto la sua ira alla chiesa neonata di Cristo, cercando di distruggere il cristianesimo alla nascita. Questo portò alla persecuzione e alla dispersione dei discepoli e degli apostoli.

Paolo parla dei cristiani come la «progenie di Abraamo» (Galati 3:16, 29). Perciò, la guerra contro il rimanente, la persecuzione lanciata da Satana e la violenza sono cose che ogni cristiano sulla terra dovrebbe aspettarsi. Ciò nonostante, dobbiamo capire la distinzione tra un vero cristiano e uno falso.

Giovanni scrive che Satana è furioso con quelli «che osservano i comandamenti di Dio e la fede in Gesù». Quelli sono i veri membri del corpo cristiano, non quelli che lo professano solo a parole.

La strategia finale del nemico (2 Tessalonicesi 2:8–12)

Sapendo che il suo giudizio è quasi arrivato, Satana ora scatena tutta la sua potenza. Esegue ogni sorta di meraviglie bugiarde, e usa ogni inganno di ingiustizia per attirare le persone alla morte eterna. Tuttavia, dovremmo notare che anche la strategia finale di Satana non avrà successo contro il popolo di Dio.

Dall’inizio del tempo, Dio ha un piano per liberare il suo popolo dal nemico. Quindi è solo una questione di tempo prima che il nemico sia consumato nello splendore della venuta del Signore. Satana è in guerra con noi. Un vero seguace di Cristo che vive in questo periodo deve soffrire. Ma la ricompensa per la nostra sofferenza sarà eterna. In una guerra spirituale con il nemico, possiamo eccellere solo se osserviamo i comandamenti di Dio e la fede in Gesù.

Rispondi

  1. Quali prove tangibili oggi indicano la battaglia che infuria tra Satana e i cristiani? Come possiamo vincere le battaglie?
  2. Quali sono alcune delle risorse che possiamo usare per aiutarci a osservare i comandamenti di Dio e la fede in Gesù?

Martedì

TESTIMONIANZA

Descrizioni appropriate

di Brenda Kurema, Thika, Kenya

Apocalisse 12:1–5

«Il bambino che nacque alle speranze di una chiesa desiderosa era il nostro adorabile Redentore, che presto governerà le nazioni con una verga di ferro. Erode non riuscì a distruggerlo; la potenza combinata della terra e dell’inferno non riuscirono a sconfiggerlo; e anche se per un periodo fu tenuto sotto il dominio della tomba, lacerò le fasce crudeli, aprì una via di vita per l’umanità e raggiunse Dio e il suo trono. Ascese in cielo davanti agli occhi dei suoi discepoli, lasciando loro e a noi la promessa che sarebbe tornato».[1]

Satana attendeva con ansia la missione di Cristo sulla terra e la sua ultima occasione di rovesciare il piano della salvezza. Venne da Cristo con tentazioni pretestuose; cercò di distruggerlo durante il suo ministero; e quando riuscì a deporlo nella tomba, tentò, con trionfo maligno, di tenerlo lì. Ma in ogni incontro, il Figlio di Dio emerse trionfante e manda questa promessa ai suoi seguaci fedeli: «Chi vince lo farò sedere presso di me sul mio trono, come anch’io ho vinto e mi sono seduto con il Padre mio sul suo trono» (Apocalisse 3:21).

«Di nuovo, sembrano esserci una quantità di casi in cui si parla di Satana come sconfitto o abbattuto. Uno era la sua prima espulsione dal cielo; un altro, quando Cristo lo sconfisse al suo primo avvento; e ce ne sarà un altro nel futuro, quando è gettato nell’abisso e zittito per mille anni. E ad ogni occasione seguente, osserviamo una limitazione sempre maggiore della sua potenza. Cade un gradino più in basso ad ogni scontro successivo».[2]

«Se è corretta l’opinione che abbiamo già raggiunto la generazione che vedrà in prima persona la conclusione delle scene terrene, questa guerra contro la verità non può essere lontana nel futuro… Questo rimanente è caratterizzato dall’osservanza ai comandamenti di Dio, e la fede in Gesù Cristo».[3]

Rispondi

Come possiamo sostenere i comandamenti di Dio in fede e pratica?

[1] Uriah Smith, Daniel and the Revelation, p. 549.

[2] Ibid., p. 551.

[3] Ibid., p. 557.

Mercoledì

COME FARE

Come possiamo resistere al nemico?

di Patience Joyner, Kilimani, Nairobi, Kenya

Apocalisse 12:11

Abbiamo delle scelte da fare nella vita. Scelte sui nostri studi, i nostri lavori, le nostre famiglie, come spendiamo il nostro denaro e tante altre. Nel frattempo, Satana è a piede libero, che cerca di ingannarci. Allora come possiamo essere certi di fare la cosa giusta, di non essere guidati fuori strada dal diavolo?

In Apocalisse 12:11, scopriamo che possiamo sconfiggere il nemico solo «per mezzo del sangue dell’Agnello». Cristo ha sconfitto Satana in cielo e sulla terra. Perciò, armati con il sangue dell’Agnello, possiamo fare le scelte giuste secondo la volontà di Dio; possiamo essere in grado di applicare la verità di Dio a ogni situazione che incontriamo e in ogni decisione che prendiamo.

La Bibbia insegna che il sangue di Cristo sconfigge la potenza di Satana (Apocalisse 12:11). Le accuse di Satana contro di noi sono inutili finché ci purifichiamo con il sangue dell’Agnello. Inoltre, Satana non avrà potere su di noi per sempre. Il suo destino è già deciso, al ritorno di Gesù Cristo.

Cristo ha già pagato la pena per i nostri peccati. Anche se i nostri peccati sono rosso scarlatto, per mezzo della morte di Cristo sulla croce possiamo essere riconciliati a Dio attraverso il sangue dell’Agnello; «In lui abbiamo la redenzione mediante il suo sangue, il perdono dei peccati secondo le ricchezze della sua grazia» (Efesini 1:7).

Non è il sangue letterale di Cristo che purifica e salva. È la sua morte sulla croce per conto nostro, il giudizio e il peso del peccato che ha portato al nostro posto, che ci salva. Ecco cosa dobbiamo fare per resistere al diavolo.

Conoscere il prezzo della nostra salvezza: Di solito, i beni più preziosi hanno da noi la miglior protezione e conservazione. La nostra salvezza è costata a Cristo la sua vita. Egli è morto per conto nostro per garantire la nostra salvezza. Dovremmo fare tutto il possibile per salvaguardare la nostra lealtà a Cristo.

Stare in preghiera: La preghiera e la lode sono armi eccellenti contro il diavolo. Dovremmo usarle sempre, in ogni situazione.

Usare la Bibbia come una guida: «Mediante i tuoi precetti io divento intelligente; perciò detesto ogni doppiezza» (Salmi 119:104).

Rispondi

In che modo il diavolo ci accusa davanti a Dio, e come possiamo liberarci dalle accuse? (cfr. Giobbe 2:5; Apocalisse 12:10)

Giovedì

OPINIONE

La mia arma contro il nemico

di Silas Onyango, Dagoretti, Nairobi, Kenya

Apocalisse 12:17

Recentemente sentii un maggiore generale in congedo del mio paese, che spiegava come aveva disarmato migliaia di giovani ribelli armati in una missione di pace in Liberia. Curiosamente, a un certo punto disse che non aveva con sé un’arma quando andò a incontrare i ribelli. Mi chiesi come fosse riuscito a svolgere il suo compito senza che i ribelli gli torcessero un capello.

Chi combatte una guerra sa molto bene che i combattenti si devono armare con le armi appropriate. Quando Satana perse la guerra in cielo, fu gettato qui giù sulla terra. Di conseguenza, Satana portò la guerra a quelli che «osservano i comandamenti di Dio e la fede in Gesù». Come seguace di Cristo, sono consapevole di questa guerra.

Per proteggermi da Satana, per combattere il suo inganno senza fine e per lottare nella guerra con successo, mi servono delle armi efficaci. La prima arma che ho è il sangue dell’Agnello. Cristo ha versato il suo sangue sulla croce per salvarmi. La morte di Cristo mi assicura il perdono dei miei peccati (Romani 8:31–34). Sì, sono un peccatore, ma Satana, il mio accusatore, dovrebbe sapere che il sangue dell’Agnello mi copre. I miei peccati sono stati inchiodati alla croce sul Calvario e Dio non me ne farà più una colpa. Inoltre, il sangue dell’Agnello mi dà la forza di sconfiggere ogni tranello che Satana possa tramare contro di me.

La mia seconda arma è la testimonianza di Gesù Cristo. Quest’arma si riferisce alle mie parole e alle mie azioni. Siamo chiamati a essere la luce e il sale del mondo (Matteo 5:13–16). Come tali, dobbiamo lasciare che la nostra luce brilli attraverso le nostre parole e azioni. Condividendo la testimonianza di Cristo con il mondo, rivendichiamo territorio da Satana, e questo lo intimidisce. La testimonianza di Cristo è potente, inconfutabile e ha la capacità di cambiare la vita.

La terza arma che ho contro il nemico è lo spirito di altruismo. La Bibbia insegna che i santi uccisi erano disposti a dare tutto per Cristo. Hanno dato i loro averi, la loro reputazione e perfino la loro vita. Seguendo le orme dei santi, preferiremmo morire che dimostrarci infedeli al nostro salvatore. L’altruismo è una qualità di Cristo che dobbiamo abbracciare se vogliamo sconfiggere il diavolo e trionfare con Cristo.

Rispondi

  1. Quali sono alcune delle cose che dobbiamo lasciare per essere fedeli a Cristo?
  2. Cosa possiamo imparare dalle vite dei santi uccisi come Stefano, per aiutarci a ottenere la vittoria nella guerra che stiamo combattendo?

Venerdì

ESPLORAZIONE

Sconfiggere il nemico

di Erick Onyango, Embakasi, Nairobi, Kenya

Apocalisse 19:10

CONCLUSIONE

Nessun nemico viene per essere sconfitto. Un nemico viene per combattere e per schiacciare l’avversario. Per sconfiggere un nemico, bisogna avere le abilità di combattimento necessarie, le armi migliori e l’energia per lottare. Siamo in guerra con Satana. Armato con i suoi strumenti migliori, egli è pronto ad attaccare in ogni momento. Da parte nostra, abbiamo bisogno degli strumenti più potenti per combattere il suo equipaggiamento. Fortunatamente, Dio ci ha dato il messaggio migliore; che Satana è già sconfitto. Finché lasciamo che Cristo viva in noi e combatta la guerra per noi, la vittoria è nostra.

PROVA A

  • Scrivere la parola SCONFIGGERE come un acronimo. Usa ogni lettera per formare una qualità che ci serve per sconfiggere Satana. Per esempio, la lettera «S» potrebbe significare, «Seguire Cristo».
  • Disegnare l’immagine di una persona di bell’aspetto con le qualità del diavolo. Collega il tuo lavoro con ciò che i collaboratori di Satana fanno per attirare i seguaci di Cristo.
  • Informarti su come un soldato si prepara per andare in guerra e cerca aspetti che possono diventare parabole spirituali.
  • Fai delle schede con le seguenti parole in grassetto: PENSIERI, PAROLE e AZIONI. Pensa a come puoi mettere i tuoi pensieri, le tue parole e le tue azioni in linea con i comandamenti di Dio e la testimonianza di Cristo.
  • Scrivere una storia breve sul tuo viaggio con Cristo, citando le sfide e le sofferenze che hai incontrato per la sua opera. Metti a confronto le tue sfide e sofferenze con quelle incontrate dagli apostoli.
  • Tracciare una linea del tempo dell’ordine degli eventi riguardo la guerra tra Satana e il popolo di Dio, dal giardino dell’Eden fino ai nostri tempi. Includi come Dio interviene per proteggere e salvare il suo popolo dalla morte per mano di Satana.
  • Dipingere le scene in Apocalisse 12:1-6. Rifletti sul significato del tuo dipinto e usalo per illustrare il messaggio di Giovanni.

CONSULTA

Daniele 9:24–27; Matteo 2:16–18; Marco 4:35–41.

Hans K. LaRondelle, «The End-time Message in Historical Perspective», Ministry Magazine (https://www.ministrymagazine.org/archive/1996/12/the-end-time-message-in-historical-perspective).

LEZIONI PER GIOVANI (18-35 ANNI)

[su_button url=”https://uicca.it/wp-content/uploads/2019/02/CQ1T2019_Lezione_08.pdf” target=”blank” style=”flat” size=”2″ wide=”yes” center=”yes” icon=”icon: arrow-circle-down”]SCARICA LA LEZIONE IN PDF[/su_button]

LEZIONI E MANUALI PER ANIMATORI IN ALTRE LINGUE

[su_button url=”http://www.cqbiblestudy.org/study” target=”blank” style=”flat” size=”2″ wide=”yes” center=”yes” icon=”icon: arrow-circle-down”]Link al lezionario[/su_button]

Back To Top