skip to Main Content
+39 06 360959 1 sdsministeripersonali@avventisti.it

SdS CQ (College Quarterly) Secondo Trimestre 2018 – 11

Lezione 11

9-15 giugno 2018

Sigillo di Dio o marchio della bestia?

«Grandi e meravigliose sono le tue opere, o Signore, Dio onnipotente; giuste e veritiere sono le tue vie, o Re delle nazioni»

(Apocalisse 15:3)

Sabato

INTRODUZIONE

È un processo pratico

di Deena Bartel-Wagner, Chattanooga, Tennessee

Ezechiele 20:19, 20

Ti è mai capitata tra le mani una banconota contraffatta? Un giorno ne ricevetti una insieme ad altre banconote che mi avevano dato come resto. Avevo fatto un acquisto, avevo dato alla commessa una banconota autentica e aspettavo il resto. Sapevo che avrei ricevuto diverse banconote e alcune monete. La commessa sorrise e mi passò il denaro in mano. Contai per assicurarmi che fosse il resto corretto. Mentre le mie dita passavano tra le banconote, mi accorsi che una sembrava diversa dalle altre. Guardando più attentamente, la banconota si rivelò falsa. La commessa gentilmente la cambiò con un’altra banconota e mi disse che l’avrebbe riferito al manager.

Non sono un agente federale che ha ricevuto una formazione specializzata nella contraffazione delle banconote. Quel giorno, la banconota falsa era così diversa da quelle «vere» che riuscii facilmente a distinguerla con le dita. Le contraffazioni non sono sempre così semplici da notare. I professionisti che studiano le valute e sono preparati a riconoscere i falsi usano una tecnica che consiste in «toccare, inclinare, guardare attraverso e osservare». Toccano la banconota per sentire il tipo di carta. La inclinano per identificare qualsiasi caratteristica speciale, come le strisce olografiche. Guardano attraverso la banconota per vedere la filigrana. La osservano per identificare le caratteristiche stampate sulla banconota.

Quando è stato creato il mondo, è stata istituita una vera forma di adorazione. Dopo il peccato, è stata creata un’adorazione contraffatta. I seguaci di Cristo dovevano essere preparati a distinguere quella vera dalla contraffazione. I passi possono essere praticamente gli stessi di quelli usati dagli agenti federali. Leggere fisicamente la tua Bibbia, esaminando i principi di Dio e dell’adorazione, identificando le affermazioni vere da quelle false e studiare il carattere di Dio ci prepara a conoscere chi è Dio e come adorarlo.

La lezione di questa settimana esamina il sigillo di Dio e il marchio della bestia. Passa del tempo studiando il segno del patto e il ruolo del sabato in esso. Conosci la differenza tra un sigillo e un marchio? C’è un’importante differenza in come e quando sono creati. Ti viene paura quando pensi al sigillo di Dio o al marchio della bestia? Sei riluttante a discutere con gli altri il significato di questi simboli e come si applicano nella nostra vita? Non sei l’unica persona che fatica con questo.

La buona notizia è che c’è davvero una buona notizia nel sigillo di Dio e nel marchio della bestia. Non essere riluttante nel cercarla. Tocca, inclina, guarda attraverso e osserva. Troverai quella vera quando chiedi allo Spirito Santo di guidarti.

 

[1] Jonathan Adelman, «Why The U.S. Remains the World’s Unchallenged Superpower,» November 24, 2013, http://www.forbes.com/sites/realspin/2013/11/24/why-the-u-s-remains-the-worlds-unchallenged-superpower/#61c7aa1c1fd8.

Domenica

LOGOS

In guardia

di Gary Wagner, Union Springs, New York, U.S.A.

Ezechiele 20:12,20

Segno del patto (Genesi 17:911; Isaia 58:13)

La più grande tra due persone, due famiglie, o due nazioni è sempre stata quella che stabilisce le regole della relazione. Nella storia, le regole stabilite spesso opprimevano il più debole, come quando Babilonia aveva sconfitto Israele. Nabucodonosor aveva stabilito le regole, perfino di chi potesse vivere e dove. La gente si aspettava regole.

Le regole di Dio, però, non sono state fatte semplicemente per esercitare controllo. Servono per il bene del suo popolo. Quando Abramo diventò Abraamo e ricevette la promessa che sarebbe diventato il padre di molte nazioni, Dio fece della circoncisione il segno dell’accettazione di Abraamo. Centinaia di anni dopo, Mosè ricevette i dieci comandamenti, incluso il quarto, il sabato, come provvedimento affinché il popolo sapesse come restare vicino a Dio. In particolare, fu loro ricordato che il sabato era speciale per Dio e avrebbe dovuto esserlo per loro. In Ezechiele Dio ricorda al suo popolo che avrebbero saputo se restavano vicino a lui guardando la loro osservanza del sabato. Isaia lo mette correttamente in termini del cuore invece che di obbligo. È sempre stata una questione di «chi adori?»

Il collegamento con la creazione (Apocalisse 14:7, 9; Genesi 1)

Il terzo angelo dà il suo forte avvertimento riguardo l’adorazione: «Chiunque adora la bestia e la sua immagine, e ne prende il marchio…» (Apocalisse 14:9). Nel versetto 7, il primo angelo l’aveva messo in termini positivi: «Adorate colui che ha fatto il cielo, la terra, il mare e le fonti delle acque». La presentazione di sole due opzioni denota che chiunque non sta adorando Dio come creatore sta adorando la bestia. Questo ci mostra anche che il principio di adorare Dio risale alla creazione.

Da molto tempo ci viene ricordato che la sfida del primo angelo ad adorare Dio come creatore ci porta direttamente al sabato. Si serve di un linguaggio che ricorda il quarto comandamento, che tratta del sabato, oltre che parlare specificatamente di Dio come creatore. Sappiamo che Gesù era l’agente attivo nel processo della creazione (cfr. Giovanni 1:1–3, 14).

Per illustrare l’importanza del sabato agli occhi di Dio, considera quella che Ellen White ha chiamato la «scala degli esseri da lui creati».[1] È una scala che indica l’importanza relativa di qualcosa secondo l’attenzione che Dio mostra. Questo si può vedere nell’ordine con cui sono state fatte le cose: luce, acqua, atmosfera, i mari, terra asciutta, vegetazione, il sole e la luna, pesci, uccelli, animali piccoli, animali grandi, l’uomo. Il sabato è la cosa finale che è stata creata durante i sette giorni della creazione. È l’unica parte della creazione che Dio ha dichiarato essere santa.

Non adoriamo il giorno di sabato, ma adoriamo il Dio creatore durante il sabato. È il giorno in cui egli ci chiama ad avvicinarci a lui così che possa essere rinnovata quella relazione che era stata spezzata dai nostri progenitori. Questa gerarchia della creazione pone Gesù, il Creatore, al primo posto. Il sabato è sotto attacco sistematicamente, per diminuire la nostra considerazione verso di esso o semplicemente per renderlo troppo costoso da onorare.

Questa non è l’unica parte della scala degli esseri a essere sotto attacco. Non adoriamo neanche l’uomo, ma il suo ruolo vicino alla parte alta della scala è stato sotto forte attacco. La società sta cercando di mettere l’aria, la terra e l’acqua, i pesci, gli uccelli e gli altri animali al di sopra dell’uomo nella nuova gerarchia di importanza. L’effetto di questo è di capovolgere la gerarchia, mettendo Dio, il sabato e l’uomo in basso. In questo modo, non c’è affatto bisogno di adorare Dio a causa della sua insignificanza appena dichiarata. Il sabato non è più importante, se Dio stesso non vale più nulla. Questa è l’opera della bestia. Accettare questo avrà come risultato di ricevere il suo marchio.

Custodisci il sabato, sii pronto per il cielo (Esodo 31:13, 14; 20:811)

Custodire il sabato salvaguarda tutta la creazione. Vuole anche dire trarre vantaggio dai benefici che Gesù vuole condividere con noi di sabato. Se tu fossi uno studente di architettura che sta cercando di lasciare un segno sul mondo del design e avessi la possibilità di passare ventiquattro ore con l’architetto più acclamato del mondo, troveresti del tempo nella tua agenda per farlo? Applica questo concetto a qualunque siano i tuoi obiettivi nella vita per acquisire una nuova prospettiva sul passare del tempo con Gesù di sabato.

Stiamo cercando di andare in cielo. Per farlo, dobbiamo avere il nostro carattere rinnovato nell’immagine di Dio. Ogni settimana abbiamo l’opportunità di passare ventiquattro ore con l’unico nell’universo che può costruire il nostro carattere e farlo tornare a essere all’immagine di Dio. Gesù decide chi riceverà il suo sigillo. Saranno quelli che gli hanno permesso, nel tempo, di rinnovare il suo carattere, la sua immagine, in loro. Il sabato è un ottimo periodo per farlo.

Rispondi

  1. Esprimi se consideri il sabato oppressivo o una gioia, e perché.
  2. Dobbiamo prenderci cura della terra, ma in che modo i movimenti del controllo climatico e ambientalisti ti potrebbero portare a ricevere il marchio della bestia?
  3. Dato che sei vicino alla cima della «scala degli esseri da lui creati», Dio cosa si aspetta da te?

[1] Ellen G. White, La Speranza delluomo, p. 229.

 

[1]Philip Pullella, «Migrant Crisis: Italy Plucks Nearly 1400 Migrants out of the Sea», March 30, 2016, http://www.smh.com.au/world/migrant-crisis/migrant-crisis-italy-plucks-nearly-1400-migrants-out-of-the-sea-20160329-gntmx1.html.

Lunedì

TESTIMONIANZA

Una linea di demarcazione

di Ashley M. Wagner, Union Springs, New York, U.S.A.

1 Pietro 3:12

«A mano a mano che l’irriverenza per la legge divina si fa sempre più manifesta, più netta diventa la linea di demarcazione tra i suoi osservatori e il mondo. L’amore per i precetti divini cresce nella prima categoria, mentre nella seconda ne aumenta il disprezzo. . . .

«Il giorno della vendetta di Dio è vicino. Il sigillo divino sarà apposto soltanto sulla fronte di quelli che sospirano e piangono a motivo delle abominazioni che si commettono nel paese. Chi, per simpatia, si unisce al mondo, mangia e beve con gli ubriaconi, sarà sicuramente distrutto con gli operatori di iniquità. “Gli occhi del Signore sono sui giusti e i suoi orecchi sono attenti alle loro supplicazioni; ma la faccia del Signore è contro quelli che fanno il male” 1 Pietro 3:12».[1]

«Chiesi allora all’angelo che mi accompagnava il significato di quanto avevo udito e cosa stessero per fare i quattro angeli. Mi spiegò che era Dio che tratteneva queste forze e aveva dato ai suoi angeli la responsabilità sulle vicende della terra; i quattro angeli avevano ricevuto da Dio il potere per trattenere i quattro venti che stavano per essere lasciati liberi di agire. Ma mentre le loro mani si allentavano e i quattro venti stavano per iniziare a soffiare, Gesù considerò con misericordia il rimanente che non era stato ancora segnato in fronte, alzò le mani verso il Padre e lo pregò dicendogli che aveva versato il suo sangue per loro. Poi un altro angelo ebbe il compito di volare dai quattro angeli per avvertirli di trattenere i venti fino a quando i figli di Dio non fossero stati segnati sulla fronte con il segno del Dio vivente».[2]

«Ho anche visto che molte persone non si rendono conto di come devono essere per poter sussistere alla presenza del Signore, senza un Sommo Sacerdote nel santuario durante il tempo di profonda angoscia. Coloro che riceveranno il suggello del Dio vivente e saranno protetti in questo periodo dovranno riflettere perfettamente l’immagine di Gesù».[3]

«È ora il tempo di prepararsi. Il suggello di Dio non sarà mai posto sulla fronte di un uomo o di una donna impuri. Non verrà mai impresso sulla fronte di uomini o donne ambiziosi, amanti del mondo. Mai sarà messo sulla fronte di uomini o donne dalla lingua falsa o dal cuore ingannevole. Tutti quelli che riceveranno il sigillo debbono essere senza macchia nel cospetto di Dio, candidati per il cielo. Esaminate voi stessi le Scritture per capire la grande solennità dell’ora presente».[4]

[1]. Ellen G. White, I tesori delle testimonianze 2, pp. 42,44

[2]. Ellen G. White, Primi scritti, p. 52

[3]. Ibid., p. 81

[4]. Ellen G. White, I tesori delle testimonianze 2, p. 47

 

  1. Come possiamo riaccendere e mantenere il nostro primo amore per Gesù?

[1]. Ellen G. White, The Sanctified Life, p. 83.

Martedì

EVIDENZA

Originale o contraffatto?

di Steven J. Dovich, Andover, Massachusetts, U.S.A.

Esodo 20:4–6; Apocalisse 7:2; 14:9

I commercianti che si specializzano in pezzi d’antiquariato sono abituati a cercare la firma di un artigiano per separare l’articolo autentico da quello contraffatto. A volte quel segno deve essere esaminato attentamente per stabilire la vera autenticità, per eliminare i falsi che cercano di riprodurre il segno dell’autore e reclamare un onore immeritato.

Apocalisse descrive due tratti identificativi: il sigillo di Dio e il marchio della bestia. Dalla Strong’s Concordance scopriamo che il sigillo descritto in Apocalisse 7:2 è tradotto dal greco sphragis (σφραγίς) che descrive un’impronta fatta nella cera o nell’argilla allo scopo di autenticazione. Il marchio di Apocalisse 14:9 è tradotto da charagma (χάραγμα), un marchio applicato da un’immagine incisa.

Possiamo dedurre che il sigillo è prodotto durante la creazione dell’artefatto firmato, mentre il materiale è ancora morbido e duttile. Un marchio, invece, è il risultato di un’incisione, uno scavare un materiale indurito o finito per produrre l’immagine desiderata. C’è un altro riferimento all’arte dell’incisione in Esodo, dove Dio ci comanda di non farci immagini allo scopo di adorarle.

Il marchio della bestia e il sigillo di Dio forniscono affermazioni contrastanti sull’adorazione. Il sigillo è il risultato del Creatore che mette da parte un giorno della settimana per l’adorazione e il riposo. Il sabato è stato creato mentre la settimana era ancora in corso e porta l’impronta del Creatore. Molto più tardi, Satana ha scavato un’altro giorno della settimana, costruendo un’immagine alternativa di adorazione come sostituto per il sigillo originale del sabato. Il marchio della bestia è il risultato dell’incisione di un’immagine di falsa adorazione sul ciclo settimanale. Non solo tenta di sostituire un falso al posto dell’originale, il marchio appare per compiere il suo obiettivo con una violazione del secondo comandamento.

Rispondi

  1. Oltre al sabato, in quali altri modi Satana deturpa l’opera o il carattere di Dio per creare un’immagine alternativa di adorazione?
  2. Come posso riconoscere il vero sigillo di Dio, e non farmi imbrogliare dal marchio falso?

Mercoledì

COME FARE

Mantieni la calma e ricevi i sigilli

di Ashley Eisele, Maryland, U.S.A.

Apocalisse 14:9–12

Mentre la copertura ininterrotta dei media degli eventi del mondo diventa schiacciante, non sembra di essere veramente testimoni del peggio dell’umanità? Se non stessimo già tastando gli eventi dei tempi finali, sarebbe uno shock.

Pensare di noi stessi come del popolo degli ultimi giorni ci fa guardare tutto ciò che ci circonda in modo molto diverso. Il marchio della bestia e gli altri simboli dei tempi finali potrebbero essere sembrati inverosimili una volta, anche quando credevamo in essi. Era difficile immaginare che nella nostra vita avremmo potuto comprare e vedere con un marchio sulla nostra mano, ma la nostra tecnologia corrente ci mostra che questo è completamente possibile! Ma allora, dove trova posto il 666? E i 144.000 sono letterali o simbolici? E quale bestia simbolizza cosa?

Tentare di decifrare questi temi con un’attenzione appropriata è un viaggio che affrontiamo tutti ognuno a modo nostro, ma quel viaggio può essere davvero poco chiaro, e perfino terrificante, quando leggiamo delle ulcere maligne e altre conseguenze. Ma anche in quella confusione, in realtà c’è una promessa calma da trovare. Allo stesso tempo in cui il terzo angelo parla di ira e tormento, il messaggio punta anche ai credenti e alla pazienza che hanno mostrato e come la loro fede ha resistito.

Invece di concentrarci sulla paura, possiamo mettere la nostra fiducia nei sigilli che ci vengono dati:

Prima di tutto, ricorda che il sabato è più che solo un giorno di riposo per i seguaci di Dio. Santificare questo giorno è anche un segno di fede tra il Signore e noi e qualcosa che ci distinguerà da tutti gli altri. Godendo semplicemente di uno dei doni più speciali del Signore per noi, riceviamo il suo sigillo e mostriamo che siamo suoi (Esodo 31:13, 17).

Abbiamo la verità. Mentre la traiettoria del mondo continua il suo avanzare spaventoso, riconoscere ciò che è vero qui sulla terra diventa più difficile. Ma la verità che abbiamo trovato nella Parola di Dio e che continuiamo a credere sarà la nostra salvezza. Il giorno in cui abbiamo messo la nostra fiducia nella verità del Signore è il giorno in cui siamo stati segnati con il sigillo e la promessa dello Spirito Santo (Efesini 1:13, 14).

Il Signore conosce il suo popolo. Se non altro, ricorda che anche quando veniamo distratti dai dettagli più bui dei messaggi del tempo finale, e anche quando dubitiamo dei nostri passi, Dio sa che siamo suoi. La nostra relazione con lui è un sigillo di per sé (2 Timoteo 2:19).

Rispondi

  1. Se ci concentriamo sui sigilli di Dio per noi, abbiamo bisogno di studiare e decifrare i simboli e gli avvertimenti dei tempi finali?
  2. Perché santificare il nostro giorno di riposo è così importante da essere un segno tra noi e Dio?
  3. Dove altro possiamo trovare messaggi di calma e pace per il popolo degli ultimi giorni?

Giovedì

OPINIONE

Fatti alternativi

di Jordan Wagner, Chattanooga, Tennessee, U.S.A.

Apocalisse 14:7, 9

Quando ero piccolo, mio padre ricevette una banconota da venti dollari contraffatta come resto per un acquisto che aveva fatto mentre eravamo in vacanza. Sfortunatamente, se ne rese conto solo più tardi. Non potevamo tornare al negozio e chiedere una banconota diversa. Invece, ne fece buon uso e la usò come illustrazione per un sermone dimostrando la differenza tra una banconota vera e quella contraffatta.

Oggi sembra di affrontare contraffazioni da tutte le parti: evoluzione e creazione; l’insegnamento del Rapimento e l’insegnamento della seconda venuta letterale di Gesù; notizie false e notizie vere. La lista continua.

Nella vita quotidiana di un cristiano, ci sono contraffazioni da evitare anche nello studio della Bibbia. Le persone mescolano le loro opinioni con la verità biblica sui social media. I pastori predicano sermoni con piccoli errori mescolati alla verità. Dove si trova la verità in un mondo che sembra riempirsi di menzogne ogni giorno sempre più rapidamente?

Sappiamo che l’inizio stesso della Bibbia è dove viene detta la prima bugia. Era un rigirio di parole usato da Satana e su cui Eva inciampò. Quanto sarebbe stata diversa la vita se le vere parole di Dio fossero state ascoltate?

Ci sarà una prova finale in futuro, quando la verità e la falsità saranno contrapposte. Apocalisse 14:7 comanda: «Adorate colui che ha fatto il cielo, la terra, il mare e le fonti delle acque».

Apocalisse 14:9 mette in guardia dalla falsa adorazione e la sua fine penosa. «Seguì un terzo angelo, dicendo a gran voce: “Chiunque adora la bestia e la sua immagine, e ne prende il marchio sulla fronte o sulla mano, egli pure berrà il vino dell’ira di Dio versato puro nel calice della sua ira; e sarà tormentato con fuoco e zolfo davanti ai santi angeli e davanti all’Agnello”».

Quel giorno, ci saranno solo due verità: la verità di quelli che hanno ricevuto il sigillo di Dio e la verità di quelli che hanno ricevuto il marchio della bestia. Non ci saranno fatti alternativi. Non ci saranno analisi di parole o leggere contraffazioni. Il carattere di Dio sarà confermato nell’intero l’universo. La creazione, il coronamento di Dio, sarà restaurata. Ogni ginocchio si piegherà, incluso quello di Satana, e l’Agnello regnerà nella gloria trionfante.

Rispondi

  1. Perché voglio ricevere il sigillo di Dio? In che modo la mia risposta tocca la mia vita quotidiana?
  2. Mentre vedo gli eventi del mondo, come li ispeziono per trovare verità ed errore? Mi servo di una prospettiva biblica per trovare la verità?

si stanno muovendo verso l’unione con il papato per formare legami forti che potrebbero essere dannosi per quelli le cui convinzioni religiose sono contrarie a quelle del papato? Se sì, quali sono?

Venerdì

ESPLORAZIONE

di Ashley N. Wagner, Chattanooga, Tennessee

Deuteronomio 7:9

CONCLUSIONE

La bugia di Satana è sempre stata che non ci si può fidare di Dio. Non vuole che gli uomini passino del tempo nella vera adorazione di Dio. Nel tentativo di distogliere l’attenzione, Satana ha creato una falsa adorazione che finirà solo nel disastro. Anche se la nostra redenzione è stata assicurata sulla croce con la morte di Cristo, mostriamo la nostra alleanza a lui attraverso la nostra adorazione di Dio il Padre. Un’esperienza pratica quotidiana dello studio della Bibbia, la meditazione sulla sua Parola e la preghiera ci porteranno alla verità. Con la verità viene il sigillo di Dio e la vita eterna.

PROVA A

  • Inscenare una conversazione tra Dio e Satana sul sigillo di Dio e il marchio della bestia.
  • Comporre una canzone sul tema del punto precedente. Quando si esprime adorazione per Dio, incorpora le emozioni nel testo.
  • Dipingere un murale che rappresenti il tema del punto precedente.
  • Scegliere alcuni oggetti, durante una camminata che possano illustrare i principi della vera adorazione di Dio.
  • Scrivere una storia per bambini che spiega il sigillo di Dio e il marchio della bestia in un linguaggio semplice e comprensibile.
  • Meditare su come incorporerai la vera adorazione usando vari metodi nella tua vita quotidiana.
  • Chiedere ai membri di chiesa la loro interpretazione del sigillo e del marchio. In che modo i loro pensieri si allineano con la lezione di questa settimana?

CONSULTA

Ellen G. White, Testimonies for the Church, vol. 5, cap. 24, «The Seal of God»; The Story of Redemption, cap. 59, «The Close of Probation»; Il gran conflitto, cap. 38, «L’avvertimento finale di Dio»; Profeti e re, cap. 47, «Giosuè e l’angelo»; Primi scritti, pp. 64–67 [76-78], «Il marchio della bestia». Mark Finley, End Time Hope.

LEZIONI PER GIOVANI (18-35 ANNI)

[su_button url=”http://uicca.it/wp-content/uploads/2018/06/CQ2T2018_Lezione_11.pdf” target=”blank” style=”flat” size=”2″ wide=”yes” center=”yes” icon=”icon: arrow-circle-down”]SCARICA LA LEZIONE IN PDF[/su_button]

LEZIONI E MANUALI PER ANIMATORI IN ALTRE LINGUE

[su_button url=”http://www.cqbiblestudy.org/study” target=”blank” style=”flat” size=”2″ wide=”yes” center=”yes” icon=”icon: arrow-circle-down”]Link al lezionario[/su_button]

Back To Top